l'artista       the artist
EVA%20TRA%20LE%20NUVOLE%202011.jpg


Lara 

Frequentata l'Istituto d’Arte di Pozza di Fassa (TN), e si diploma nel 1992 all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano.
Dal 1991 partecipa a varie mostre e manifestazioni artistiche e dal 2004 prende parte a diversi simposi di scultura su legno, pietra e neve, sia in Italia sia all’estero.
Insegna presso il Liceum del Design e delle Arti Figurative "G.Soraperra" di Pozza di Fassa (TN).
Vive e lavora a Moena -Trento- ITALY

Dal 2012 fa parte di "PROLOGO" Associazione Culturale per la promozione delle Arti Contemporanee  di Gorizia.

SEGNALAZIONI E PREMI:

2017: 2° Premio Giuria XVI° Simposio Internazionale di scultura su legno “Luci e ombre del legno” , Castel Tesino, TN  - ITALY -
con l’opera
“Oltre l'orizzonte”
2016: Prix du Public al 6éme Symposium International de Scukpture Bois & Pierre, LES MONUMENTALES MIRECOURTIENNES, Mirecourt – FRANCE - con l'opera "Chrysalis"
2015: Prix des Artistes al 4éme Concours de sculptures sur paille et foin, Valloire Galibier – FRANCE - con l'opera "Magic Nature"
2015: 2° Prix al 9ème Symposium International de sculture sur Bois “Montagn’Art” Thyon-Les Collons - Cantone Vallese –SWITZERLAND - con l'opera "Roots"
2014: 1° Prix al 8ème Symposium International de sculture sur Bois “Montagn’Art” Thyon-Les Collons - Cantone Vallese –SWITZERLAND- con l'opera "Le Feu"
2014: 1° Premio al 6° Simposio di scultura su legno Val di Cembra, Cembra, Trento - ITALY - con l'opera "Si sta come d'autunno sugli alberi le foglie"
2013: Segnalazione di merito della giuria al XII° Simposio Internazionale di scultura su legno “Luci e ombre del legno” Castel Tesino, Trento - ITALY - con l'opera "Quel pomeriggio della vita, ad aspettare che qualcosa voli..."
2012: Premio Città di Belluno alla 27° Ex Tempore Internazionale di Scultura su Legno città di Belluno - ITALY - con l’opera “Oltre il velo”.
2012: 1° Premio alla 1° edizione del Simposio Internazionale di Scultura su Legno in occasione del centenario della nascita di Papa Luciani, Canale d'Agordo, Belluno - ITALY - con l'opera "Alzando lo sguardo al cielo"

2012: 3° Prix al 6ème Symposium International de sculture sur Bois “Montagn’Art” Thyon-Les Collons - Cantone Vallese –SWITZERLAND- con l'opera "La Dea del vento"
2012: 
Segnalazione di merito della giuria e 2° Premio del pubblico al XI° Simposio Internazionale di scultura su legno “Luci e ombre del legno” Castel Tesino, Trento - ITALY - con l'opera "A TE, fino a quando incontrerai qualcuno con gli occhi blu"
2011: 3° Prix al 5ème Symposium International de sculture sur Bois “Montagn’Art” Thyon-Les Collons - Cantone Vallese -SWITZERLAND-
2010: 2° Prix al 4ème Symposium International de sculture sur Bois “Montagn’Art” Thyon-Les Collons - Cantone Vallese –SWITZERLAND-  con l'opera "Mère Nature"
2010: Segnalazione di merito della giuria e 1°Premio del pubblico al IX° Simposio Internazionale di scultura su legno “Luci e ombre del legno”,  Castel Tesino, Trento - ITALY - con l'opera "Ricucimi l'anima"
2009: 1° Prix al 3ème Symposium International de sculture sur Bois “Montagn’Art” Thyon-Les Collons - Cantone Vallese -SWITZERLAND-  con l'opera "La Reine de Thyon"
2009: 1° Premio Giuria e 2°Premio del pubblico al Simposio Internazionale di scultura su legno  “Luci e ombre del legno” ,  Castel Tesino, Trento - ITALY - con l'opera "Nell'aria..libera"
2007: 1° Premio per l’opera più rappresentativa esposta alla mostra La Forza dell’Insieme” , Tabia’ di Casa Jellici, Tesero, Trento - ITALY -
2007:
Segnalazione di merito della giuria alla 22° ExTempore Internazionale di Scultura su Legno città di Belluno - ITALY - con l’opera “Sono Solo…Solo un Uomo”
2006: Premio Scuola alla 21°Ex Tempore Internazionale di Scultura su Legno città di Belluno - ITALY - con l’opera “Il Mistero della Luna”.

ALcune opere di proprietà pubblica si trovano nei comuni di:

IN ITALIA:
Nimis (UD), Moena (TN), Fordongianus (OR), Corno di Rosazzo (UD), Pradamano (UD), Pinzano al Tagliamento (PN), fraz. Qualso di Reana del Rojale (UD), Baselga di Pinè (TN), Castello Tesino (TN), Comune di Sauris di Sopra (UD), Usseaux (TO)

ALL'ESTERO:
Vex-Sion, Thyon Les Collons - Cantone Vallese- SWITZERLAND
San Antonio de Ibarra -Imbabura- ECUADOR, 
Il Cairo EGYPT,
Mirecourt -FRANCE-

presentazione di Silvana Comelli:

L’armonia degli opposti, i misteri non rivelati dell’universo femminile si svelano agli occhi di chi si sofferma a guardare le opere di Lara Steffe, artista che sceglie la scultura come arte più adeguata a dare voce al suo pensiero.
Impossibile non percepire la lievità con cui le sue opere si collocano nello spazio circostante. Impossibile non coglierne l’eleganza  e l’armonia.
Giovani donne sembrano danzare seguendo la direzione del vento, altre, più composte, rivolgono lo sguardo altrove, altre ancora, abbigliate come fate, celano verità nascoste.
Ognuna di esse  trasmette un messaggio ed è così che  prende forma tutto ciò che la parola non dice.

 
TECNICAMENTE
La scultrice ha percorso un cammino di studio e di pratica che l’ha condotta ad acquisire un linguaggio ed uno stile ben definiti.
Evidenti sono l’impegno e l’esercizio costante e continuo che hanno prodotto una sensibile tendenza all’affinamento dei volumi, mentre permane, sin dagli esordi, l’attenzione  per  il particolare e la finitura.
Osservando i lavori compiuti emergono alcuni elementi chiave che diventano oramai tratti distintivi nonché significativi.
La linea ondulata  è prevalente e definisce contorni sinuosi e  profili ascensionali che smaterializzano le masse e conferiscono armonia all’insieme.
Il gesto è ponderato nella distribuzione di parti rifinite e levigate che si alternano a parti sgrezzate, funzionali a riflettere la luce.
La foglia d’oro conferisce preziosità ad alcuni particolari, siano essi cavità o corpi femminili. Talvolta, sottili dettagli decorativi hanno lo scopo non tanto di rendere simile al reale il soggetto, quanto di nobilitarlo.
La scultura è qui intesa come creazione poiché i limiti imposti dal blocco originario, ancora intuibili nei lavori d’esordio, vengono oramai annullati.
 
L’IMPLICITO DELL’OPERA
E’ evidente l’intento narrativo che indaga nei segreti dei sentimenti e racconta di un universo femminile multi sfaccettato, monito a guardare oltre la superficie delle persone.
Lara si interroga su  principi universali, in particolare è legata al tema della generazione e considera l’essere umano un tramite tra terra e cielo. Che cosa significhi questo è ben esemplificato nelle sue creazioni.
Opere nelle quali gli opposti si armonizzano, i particolari si completano, i volumi dialogano con l’atmosfera.
Potremmo già raggruppare alcune sculture in serie, infatti, ogni lavoro sembra quasi completare il precedente o aggiungervi qualcosa.
Ciò accade anche quando noi ragioniamo: partiamo da un pensiero, lo svolgiamo, lo analizziamo nei suoi molteplici aspetti  e finiamo col trarne numerose deduzioni.
Così l’universo femminile che prende forma nelle sculture si configura come una sorta di libro aperto, o meglio, di diario, sulle cui pagine sono scritti degli appunti.
Potremmo affermare che ciascun lavoro è una metafora che ci aiuta a cogliere somiglianze inattese con il reale. 
Ciascun personaggio porta con sé un messaggio, a volte un monito. E non è un caso se l’artista pensa anche ad un titolo che non è elemento secondario ma, al contrario, contribuisce a completare il significato.
Esso si configura come una sorta di strumento per dire altro, ovvero l’implicito dell’opera.
In questo elemento, forse,  si esprime l’ambivalenza della metafora, figura retorica per eccellenza che a volte rivela ma altre volte anche nasconde qualcosa che già conosciamo o che ci è proprio.
Perché queste figure sono innegabilmente attraenti e delicate ma sono anche altrettanto forti e sicure. Indubbiamente coscienti del proprio valore.
Brevi esempi confermano quanto detto. Osserviamo i simboli in La luna e lei, il gesto e la postura in Io pergamena degli stolti,  gli stati d’animo espressi in Nell’aria libera o nel corpo rammendato di Ricucimi l’anima.

 ...NON SONO COSI’...
L’attività dello scolpire è costante perché sentita come necessaria per svolgere un percorso centrato sui temi della generazione, del valore dell’ essere umano e del femminile:  Nina, Liquido, Madre, A mio padre, Il mistero della luna, Keiko.................esprimono tutto questo.
Generare è, di per sé, un atto multiforme, è facoltà femminile e maschile.Generare richiede armonia.
L’equilibrio cercato nelle opere è equilibrio degli opposti. Idealmente non dovrebbe esistere conflitto tra materia e spirito; in caso contrario spetterebbe all’essere umano  conciliare le due parti.
Essere umano che, come sottolinea la scultrice, è medium tra il basso e l’alto.
Essere umano che ha un ruolo fondamentale: è tramite, collegamento tra  materia e  spirito, tra terra e cielo.
Probabilmente la percezione del persistente conflitto tra gli opposti, ha indotto l’artista ad indagare.
La sua attenzione si concentra  sul femminile, una dimensione ricca di antinomie.
Ogni donna è, al contempo, ciò che è e ciò che gli altri vogliono vedere; sempre in bilico tra essere ed apparire.
Forse è questo il destino delle cose?
Essere gheisha, o fata misteriosa, o danzatrice spensierata, comunque affascinante agli occhi degli altri  ma, nello stesso tempo, non essere tale; essere ben diversa.
Comprendiamo così il fare di Lara Steffe, la sua scultura meditata, a tratti intima, nella quale evidente è la volontà di renderci  partecipi di una miriade  di emozioni  e ricordi.

 



LARA, ART BOX CENTRO ARTE CONTEMPORANEA CAVALESE (TN) -ITALY- SYMPOSIO ART LUZ , Competa-MALAGA-SPAIN 2017
SYMPOSIO ART LUZ , Competa-MALAGA-SPAIN 2017 SYMPOSIO ART LUZ , Competa-MALAGA-SPAIN 2017 SYMPOSIO ART LUZ , Competa-MALAGA-SPAIN 2017 MONTREUX -CH- 2017
MONTREUX -CH- 2017 LARA, CAIRO 2017 CAIRO 2017 CAIRO 2017
CHRYSALIS, Mirecourt  -FRANCE-2016.jpg Badr University in Cairo -Egypt-2016 Badr University in Cairo -Egypt-2016 Badr University in Cairo -Egypt-2016
Badr University in Cairo -Egypt-2016 Badr University in Cairo -Egypt-2016 Badr University in Cairo -Egypt-2016 PUNTO INTERMEDIO, Romans d'Isonzo 2016
con l'artista Damjan Komel (Slovenia) Valloire Galiiere -FRANCIA-2016 Valloire Galiiere -FRANCIA-2016 Valloire Galiiere -FRANCIA-2016
con l'artista Stefano Comelli (Italia) con gli artisti:  Oleksandr Shteyninher Sasha  (Ucraina), Stefano Comelli (Italia) e Damjan Komel (Slovenia) con gli artisti: Georg Jantur (Germania),Volker Steigemann (Germania-Canada), Yang Liu (Cina) con gli artisti: Yang Liu (Cina) e Klaus Friedrich Hunsicker (Germania)
con gli artisti: Alexander Berlioz (Francia) e Pavel Spelda (Repubblica Ceca) con gli artisti: Alexander Berlioz (Francia) e Pavel Spelda (Repubblica Ceca) pic.gruppo.JPG Magic Nature 2015
Magic Nature 2015 picc.LAVORO.JPG pic.gruppoGRANDE.jpg picc.MUSEO.jpg
picc.PIRAMIDE.jpeg PIC.GRUPPOdentro.jpg PIC.GRUPPOfuori.jpg PIC.GRUPPOIRON.jpg
PIC.GRUPPOlavoro.jpg PIC.GRUPPOpiazza.jpg PIC.CON%20HEMEDA.jpg PIC.SALTOUMIT.jpg
con gli artisti:   Pavel Spelda (Repubblica Ceca), Enrico Challier (Italia), Alessio Ranaldi (Italia) con gli artisti:   Alexandre Berlioz (Francia) e Pavel Spelda (Repubblica Ceca) con gli artisti:   Alexandre Berlioz (Francia) e Pavel Spelda (Repubblica Ceca) LARA MONTREUX 2013
LARA Ecuador 2013 con l'artista Ricardo Villacis (Ecuador) con il maestro Vicente Bolano (Ecuador) gruppo scultori europei in Ecuador 2013
LARA Belluno 2012 con il campione William Besse (Svizzera) con i vincitoti del simposio Alexander Berlioz (Francia) e a dx. Enrico Challier (Italia) con l'artista Juan Carlos Bejarano (Argentina)
gruppo scultori Thyon 2012 con l'artista  Gadadhar Ojha (India) a sinistra. con l'artista Bruno Fleurit (Spagna) con l'artista Silvano Ferretti
con gli artisti Inma Garcia Arribas (Spagna) e Tommaso Comelli (Italia) con gli artisti Inma Garcia Arribas (Spagna) e Tommaso Comelli (Italia) Lara, Socchieve (UD) 2011 Lara e Savira, Socchieve (UD) 2011
Lara e Savira, Socchieve (UD) 2011 con l'artista Stefano Comelli.jpg Gruppo Scultori, Socchieve (UD) 2011 Gruppo Scultori, Thyon 2011
con l'artista Thea Blaas (Italia) con l'artista Andrea Dorigatti (Italia) con gli artisti Silvano Ferretti e EnricoChallier (Italia) con gli artisti J.P.Falcioni (Svizzera), Harutyun Yekmalyan (Armenia) e Pavel Spelda (Cechia)
Lara, Cortina 2010 Lara, Cortina 2010 con l'artista Roberto Merotto (Italia) Gruppo Scultori,Thyon 2010
Gruppo Scultori,Thyon 2010 con l'artista Gianangelo Longhini (Italia) con gli artisti Toomas Altnurme (Estonia) e Sergey Lupukhov (Russia) con le artiste Bertha Shortis (Svizzera) e Lidia Rosinska Podlensny (Polonia)
con le artista Silvina Sorya (Argentina) e Edi Sanna (Italia) con l'artista Anton Ruben Da Cudan (Italia) Lara, Cembra 2010 Lara, Cembra 2010
con gli artisti Avio De Lorenzo e Heidi Leitner (Italia). con l'artista Heidi Laitner (Italia) Lara, Cordignano 2009 Leggerezza nell'Essere 2008 BL
lara BL 2008 lara BL 2008 lara, Cortina 2008 lara, Cortina 2008
con gli artisti Kurt Wierer e Beppino Lorenzet (Italia) con gli artisti Inma Garcia Arribas (Spagna) Silvano Ferretti e Angelo Bettoni (Italia) lara, Pinzano 2008 lara, Pinzano 2008
con l'artista Pablo A. Garelli (Argentina) Memorie dal cielo 2008 con gli artisti Damjan Komel (Slovenia),Norma Antonini (Italia)e Pablo A. Garelli (Argentina) con l'artista Damjan Komel (Slovenia)
Gruppo Scultori, Pinzano (PN) Gruppo Scultori, Pinzano (PN) con gli artisti Pablo A.Garelli (Argentina) e Edy Carrer (Italia) "Corpo e Anima" foto di Guido Lettieri
con l'artista Raul Barattin (Italia) con l'artista Raul Barattin (Italia) con gli artisti Jean Paul Falcioni (Svizzera) e Raul Barattin (Italia) lara, Reana del Rojale 2007
lara, Reana del Rojale 2007 lara, Reana del Rojale 2007 lara, Reana del Rojale 2007 lara, Reana del Rojale 2007
lara, Reana del Rojale 2007 lara, Reana del Rojale 2007 con l'artista Dumitru Jon Serban (Romania) Gruppo Scultori, Reana del Rojale 2007
A mio padre... 2007 A mio padre... 2007 A mio padre... 2007 A mio padre... 2007
con l'artista Saravudth Duangjumpa(Thailandia) con l'artista Saravudth Duangjumpa(Thailandia) con gli artisti Hany Fisal (Egitto) e Nela Hasambegovich (Bosnia) con l'artista Hany Fisal (Egitto)
Gruppo Scultori, Reana del Rojale 2007 Gruppo Scultori, Reana del Rojale 2007 con gli artisti Reinhold Neururer (Austria) e Paolo Catellani(Italia) con gli artisti Reihold Neururer (Austria) e Gabriel Planger (Italia)
con gli artisti Alfredo Pecile (Argentina) e Leonardo Pani lara, Fordongianus 2006 lara, Fordongianus 2006 lara, Fordongianus 2006
lara, Fordongianus 2006 con l'artista Nelly Soltero (Messico) Madre 2006 con l'artista Jean Paul Falcioni (Svizzera)
con gli artisti Claus Soraperra e Manuel Riz Gruppo Scultori, Corno di Rosazzo (UD) Gruppo Scultori, Nimis (UD) con l'artista Manuel Riz, Nimis (UD)